Per quanto tempo il carbone rimane caldo? Tutto quello che devi sapere!

Il carbone è un materiale naturale e poroso che può essere utilizzato per molti scopi diversi.

Può essere utilizzato come combustibile per cucinare, nei sistemi di depurazione dell'acqua o per migliorare la qualità dell'aria della vostra casa.

Questo articolo esplorerà come conservare il carbone, quanto dura il carbone in modo da sapere come usarlo nel modo più efficace.

Cos'è il carbone?

Il carbone viene creato dal legno che è stato riscaldato in un processo chiamato pirolisi.

Questo processo riscalda il gas naturale o altro materiale ricco di idrocarburi a 600 700 gradi Celsius e rimuove l'ossigeno, lasciando dietro di sé un residuo di carbonio esausto con una struttura porosa.

Il carbone risultante può essere prodotto su scale che vanno dall'uso personale (come cucinare) alla produzione in serie di bricchetti di carburante utilizzati dalla maggior parte dei proprietari di barbecue.

Puoi trovare il carbone nella sua forma più pura nel tuo negozio di ferramenta locale.

Il carbone viene utilizzato per vari scopi, come la cucina personale e professionale, la produzione di oggetti come filtri a carboni attivi o crogioli che possono resistere alle alte temperature senza sciogliersi e persino la produzione di polvere da sparo durante la seconda guerra mondiale.

Diversi tipi di carbone

Quando si tratta di cucinare con il carbone, ci sono alcuni tipi che dovresti conoscere.

Il carbone è ricavato dal legno dell'albero, quindi il tipo di legno ne influenzerà il sapore e il tempo di combustione.

C'è un legno duro che brucia più a lungo del legno tenero ma ha meno sapore.

I legni teneri sono migliori se vuoi cuocere a fuoco vivo perché producono più fumo, conferendo al cibo un bel sapore affumicato senza usare liquidi per grigliare o grigliare come un liquido di avviamento.

Il tipo più comune di carbone utilizzato dai ristoranti è il carbone di legna che contiene vari pezzi di legno non lavorato compressi insieme in un unico pezzo.

Produce un calore elevato mentre brucia rapidamente.

Ci sono anche bricchetti (chiamati anche carboni pronti per la luce) fatti di carbone lavorato e un legante come polvere di carbone, amido o olio di soia.

Questi carboni producono meno calore rispetto ai carboncini a pezzi, ma non devi passare attraverso il processo disordinato di accenderli da solo, sono pronti per essere utilizzati al momento dell'acquisto.

La cosa migliore dei bricchetti è che, poiché sono più facili da accendere, possono fornire un migliore controllo della cottura con un riscaldamento più uniforme da bordo a bordo sulla griglia.

Infine, ci sono i pellet di legno che si ottengono comprimendo gli scarti di segheria in piccoli cilindri uniformi.

Bruciano a temperature più basse rispetto ad altri tipi di carbone, ma non producono cenere, quindi la pulizia è facile.

Come usare il carbone?

Sappiamo tutti che il carbone viene creato riscaldando la legna ad alta temperatura per abbattere le molecole organiche.

Viene spesso utilizzato per grigliare il cibo, ma può essere utilizzato anche in molti altri modi.

Ecco alcuni dei nostri suggerimenti e trucchi preferiti da tutto il Web che mostrano come utilizzare il carbone:

  • Per creare un sapore affumicato istantaneo sui tuoi cibi, metti uno o due pezzi nella griglia prima della cottura. Ciò aggiungerà una notevole profondità di sapore senza dover accendere carboni.
  • Grigliare con uno strato di olio usando un foglio come protezione se lo si desidera. Quando si utilizza questo metodo, applicare più calore nel tempo fino a quando il grasso inizia a fumare, il che indica una cottura ottimale.
  • Fai attenzione al tipo di legno che stai usando per la tua griglia. Diversi tipi influenzeranno il profilo aromatico e le caratteristiche del fumo come quercia, mesquite o noce americano, che contengono tutti un livello unico di oli.

Il carbone è un ottimo disintossicante e detergente per l'interno del tuo corpo.

È anche un ottimo modo per purificare l'acqua se non hai altri metodi, oltre a creare accendifuoco.

Puoi usare il carbone anche sulla parte esterna della pelle.

Ridurrà le tossine da punture di insetti, macchie di acne o qualsiasi irritazione che potrebbe verificarsi in generale.

Lo mescoli con olio di cocco (o un altro tipo), quindi strofinalo delicatamente sull'area desiderata fino a quando tutte le tracce scompaiono.

Come conservare il carbone?

Il carbone è un prodotto stabile e di solito non si decompone rapidamente, ma può comunque essere influenzato dall'umidità.

Quando si conserva il carbone in uno spazio chiuso come un seminterrato o un armadio, l'interno deve rimanere asciutto per prevenire la formazione di muffe all'esterno dei contenitori di stoccaggio.

Per evitare questo inconveniente, riponi i tuoi sacchi di carbone all'aperto in aree ben ventilate e al riparo dalla pioggia o dalla neve.

Ciò consentirà a tutti i composti volatili che il carbone potrebbe aver assorbito di dissipare nell'aria.

In caso di conservazione per lunghi periodi (oltre sei mesi), devono essere tenuti lontani da fonti di calore come stufe e caminetti.

Quanto dura il carbone?

Una griglia a carbone funziona riscaldando il legno duro ad alte temperature fino a quando non diventa carbone.

Questi carboni vengono quindi utilizzati per grigliare il cibo, che si trova sulla griglia sopra di loro.

A seconda del tipo di carbone che usi, il tempo di cottura varia.

Il calore di un fuoco di carbone varia anche a seconda del tipo di legno che viene bruciato e di quanta aria può arrivarci, quindi i pezzi, o grumi, come vengono spesso chiamati, bruciano per circa quattro ore contro otto-dieci con i bricchetti.

Ciò significa che se vuoi più sapore di fumo nel tuo cibo quando fai il barbecue o cucini qualcosa come le costole dove un'ora in più fa la differenza, allora vale la pena considerare i bricchetti.

Ma per il griller medio, i grumi andranno bene.

Non producono tanto fumo, ma di solito sono meno costosi e sono anche più convenienti poiché puoi usarli in un istante accendendo un fiammifero o usando un accendino per accenderli.

Il legno di Mesquite è un altro tipo di carbone popolare perché ha un sapore così eccezionale, che deriva dai suoi zuccheri naturali che si caramellano quando vengono riscaldati, quindi il tuo cibo ha un sapore più dolce con il minimo sforzo da parte tua.

Quanto tempo deve bruciare il carbone prima di cucinare?

Questa è una domanda che molte persone si pongono.

La risposta a questo dipende dalla temperatura che stai cucinando e dalla quantità di cibo che viene cucinato.

In generale, ci vorranno 10-15 minuti per uno strato di bricchetti quando la griglia o l'affumicatore raggiungono una temperatura ideale (circa 275 gradi Fahrenheit).

Se hai quattro strati di carbone, aggiungi circa 10 minuti in più rispetto a se avessi solo uno strato di carbone che brucia nel focolare.

Una buona regola pratica potrebbe essere di circa 20 minuti in totale prima di aggiungere la carne da cuocere.

Conclusione

Il carbone è un tipo di combustibile che brucia in modo pulito e produce anidride carbonica, vapore acqueo, calore, luce e cenere.

Diversi tipi di carbonella hanno velocità di combustione e variazioni di calore diverse.

Il carbone di legna brucia più caldo dei bricchetti che a sua volta brucia più velocemente del carbone compresso.

Il tipo che usi per grigliare o affumicare dipende dal tipo di processo di cottura che vuoi ottenere:

  • Una bruciatura a fuoco alto da grumi di carbone.
  • Cottura lenta a basse temperature da bricchetti.
  • Anche gli aromi affumicati usando carbone compresso.

Il carbone dura in genere tra le 4 e le 8 ore prima di esaurirsi completamente a seconda della sua temperatura all'ora di inizio, dimensione/tipo e condizioni esterne.

Torna su